Siero nero di Matteo Kabra Lorenzi

Editore Publistampa (26 settembre 2020) https://www.amazon.it/Siero-nero-Kabra/dp/8885726356

Kabra è il cantante e frontman dei “Sesto Elemento”, rock band che da qualche anno ormai è protagonista assoluta della scena musicale nazionale. Nell’intrecciarsi delle vicende personali – che lo hanno visto sin da quando era bambino trovare nella musica un abbraccio consolatorio e una spinta motivazionale – con quelle della lunga, travagliata e ricca storia del suo gruppo, egli vedrà sconvolta la propria esistenza da una proposta irrinunciabile – per la sua emergente carriera da solista – della stessa casa discografica che ha sotto contratto la band. Da quel momento sarà roso dal tarlo della fama e del successo, e un vertiginoso vortice di menzogne e scelte sciagurate metterà in discussione l’intera esistenza del protagonista, fino a quando il castello di bugie crollerà definitivamente, scombussolando i fragili equilibri della sua vita e mettendolo definitivamente a nudo di fronte alle proprie responsabilità… Una storia di amori, amicizie, musica e vita. Un viaggio di trent’anni nei labirinti delle fragilità dell’uomo.

. • ♫ • ♬ • ℝ𝕖𝕔𝕖𝕟𝕤𝕚𝕠𝕟𝕖 • ♬ • ♫ •.

La musica è un influsso importante nella vita della gente e in modo particolare degli adolescenti perché consente alle corde più profonde di vibrare e fa provare delle emozioni che confusamente si agitano e si accavallano. Molto spesso non ci rendiamo conto dell’impatto che ha sulla nostra crescita personale. La musica scandisce le nostre giornate e ci modifica nel profondo essendo in grado di amplificare le emozioni ma anche di essere un punto di riferimento per la catarsi interiore, purificando il nostro animo durante i cambiamenti spesso difficili da gestire nella crescita.Tutt’ora la musica per me è un metodo per evadere dal quotidiano cercando, attraverso di lei, un mondo irreale in cui rifugiarmi per sottrarmi alle sofferenze, alle difficoltà e ai problemi della vita. Questa lettura mi ha ricordato tempi lontani caratterizzati da bigliettini con i cuoricini, rubriche con i numeri telefonici, le musicassette. Da ragazza, qualsiasi cosa stessi facendo, avevo nella radio, con doppio spazio cassetta per poter duplicare i nastri prestati dagli amici, una musicassetta vuota e lì subito pronta a premere Rec alle prime note del singolo del momento introdotto dalla voce dello speaker. Ricordate anche i walkman? Solo chi ha vissuto gli anni ottanta/novanta potrà capire. Sembrano tempi lontanissimi, ma davvero felici e spensierati, seppure con qualche piccola difficoltà. Allo stesso modo anche la vita di Matteo e dei suoi amici viene scandita dalle stesse note di amicizia, musica e vari amori. Le amicizie e gli amori col passare del tempo non sono più gli stessi, alcuni restano altri spariscono senza un valido motivo, ma i ricordi rimangono vividi in noi come le felici estati trascorse all’oratorio e così la musica che accompagnava quei momenti. Kabra, il protagonista del romanzo, è il frontman della rock band Sesto Elemento. Il gruppo, dopo varie peripezie e sacrifici, ha un discreto successo, ma la crescente ambizione e il profumo del successo, porteranno Kabra a fare delle scelte sbagliate. Un agente della casa discografica Supervox lo indurrà infatti a comportarsi in modo irrispettoso verso i suoi amici, ritrovandosi poi in guai seri. È comune che quando la fama ti porta alle stelle, non è sempre facile pensare lucidamente. Kabra però imparerà dai suoi sbagli e riuscirà a chiedere venia, rimediando agli errori fatti e riportando i piedi per terra. Il libro è una sorta di viaggio lungo trent’anni, una vera e propria crescita interiore oltre che fisica. Ciò che salta agli occhi è l’importanza della vita del gruppo che costituisce una seconda famiglia ed è quindi una realtà da custodire e rispettare e il messaggio che vuole mandare il libro è forte e chiaro: la semplicità è ciò che conta perché ci restituisce il senso della vita in generale; un’ essenzialità, priva di ogni ostentazione e futilità, è la base della vera felicità. Mi è piaciuta tanto la storia di Matteo, che ha messo a nudo i propri sentimenti per farcene dono e per farci capire l’importanza dei valori piuttosto che dei beni materiali. Una scrittura semplice, scorrevole ma al contempo dettagliata, in grado di rendere reali ai miei occhi i vari personaggi. Il libro quindi si legge in poco tempo, nonostante la mole di ben 530 pagine. Ho apprezzato l’inserimento di alcuni testi come fossero dei veri e propri pensieri privati scritti in un diario personale.

Mi sembra impossibile ma in fondo pure tu prendi la tua strada e non ti sento più. forse era più facile, senza troppi scrupoli fine della storia e così sia …

…Grazie amici miei ogni giorno insieme noi senza meta, senza guai, quando stiamo insieme noi
Grazie amici, grazie!

Potete trovare i Sesto Elemento VIE su facebook.

Ringrazio l’autore per la copia fornita e per la fiducia💓.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...