Morgan e l’orologio senza tempo di SILVIA ROCCUZZO

Sinossi
Morgan è un giovane capitano che vive la sua vita all’insegna della pirateria, con la sua fedele ciurma sempre al seguito. Avidità, vanità e presunzione sono tra le sue doti migliori, ne dispensa a profusione mescolandole a una forte ironia e sprezzo del pericolo; nulla di strano, trattandosi di un pirata, peccato che Morgan sia una affascinante piratessa! Un giorno una serie di inspiegabili eventi segnerà il preludio di un’avventura che la porterà a scoprire il suo passato, nonché a segnare il futuro e le sorti della terra in cui vive. Tra inseguimenti, battaglie, inganni e colpi di magia, il capitano e i suoi compagni diventeranno i custodi di un segreto molto antico e di un preziosissimo monile: un misterioso e minuscolo orologio da taschino, le cui lancette stanno ferme sulle dodici esatte… Silvia Roccuzzo esordisce con un fantasy ricco di azione e di sentimento; la straordinaria capacità narrativa, la pienezza delle descrizioni e la sicura padronanza di una vicenda tanto complessa quanto accattivante, fanno di questo romanzo una lettura sorprendente per gli amanti del genere ma anche per chi vi si accosta per la prima volta, in cerca di qualcosa di assolutamente nuovo.

RECENSIONE ⬇️💀🦴

L’autrice ha svolto un lavoro certosino, curando le descrizioni dei personaggi e dei paesaggi che incontriamo lungo il percorso. Traspare infatti il duro lavoro che c’è dietro questo racconto. La precisione nei dettagli è incisiva e molto curata da farmi immergere completamente nella storia. Ho amato fin dalle primissime pagine Morgan e la sua ciurma e, salvo per la differenza d’età, mi ha ricordato Pippi Calzelunghe sulla nave di suo padre, il Capitano Enfrain Calzelunghe. Quindi capirete che adoro i racconti di questo genere fin da piccola. Storie di pirati che trascorrono la loro vita su una nave in cerca di tesori nascosti. Qui l’avventura non manca e ci terrà compagnia durante tutta la storia narrata abilmente dall’autrice. Mi sono catapultata a capofitto in questa vita piratesca.

Ogni volta che Morgan osservava la distesa sconfinata di mare a cui si trovava di fronte, rifletteva su quanto amasse quella vita e sul senso di libertà che navigare verso l’orizzonte le dava.

Vi ho già parlato del personaggio di Morgan che io amo molto. Vicino a lei però, ci sono tanti altri personaggi interessanti: c’è il suo secondo e fedele  Juan, che la conosce benissimo, come le sue tasche e la segue ovunque, sebbene perda facilmente la testa per le ragazze che incontra lungo il cammino. Poi troviamo il bel Jhon, con il quale instaura un rapporto profondo ed è evidente una complicità emotiva tra i due, il brusco Perdito e la dolce e svampita sorellastra Lané, per non parlare di tutti i personaggi che il gruppo conoscerà lungo la strada come l’inventore Cozza, che a me ricorda tantissimo il famoso Doc di Ritorno dal futuro; quest’ultimo è un personaggio che mi ha davvero affascinato con le sue invenzioni magiche stupefacenti.

L’accuratezza che adopera l’autrice nelle descrizioni dei personaggi e dei personaggi rendono questo romanzo un amico inseparabile.

Il romanzo si snoda tra mille avventure e alcuni salti temporali che Morgan affronta con coraggio insieme alla sua fedele ciurma. Il racconto è carico di magia e azione così accuratamente descritti da farli risultare quasi tangibili. Il finale vi sorprenderà.

Consiglio vivamente di immergersi e lasciarsi trasportare dalle sorprendenti e mirabolanti avventure di Morgan e l’orologio senza tempo.

Morgan e l’orologio senza tempo by Silvia Roccuzzo

Morgan e l’orologio senza tempo di Silvia Roccuzzo

Per la mia tappa del blogtour voglio approfondire il personaggio di Morgan, la protagonista del romanzo Morgan e l’orologio senza tempo di Silvia Roccuzzo.@albatros edizioni.

Morgan è una ragazza forte e intrepida che indossa gli abiti maschili, in grado di accrescere l’autorevolezza della sua figura. Giovane e determinata, padroneggia, con sublime savoir fare, il suo ruolo da capitano,di cui è la perfetta interprete. Sfida ogni regola, ogni cliché, senza alcun compromesso, guadagnandosi il rispetto della sua ciurma, che la segue volentieri in ogni sua avventura. Quindi, chi crede che Morgan, in quanto donna, sia debole, si sbaglia di grosso.

Vivere una vita da donna, si sa, richiede molta più forza e determinazione rispetto a quella di un uomo, perché occorre dover sempre dimostrare di essere all’altezza del proprio compito. Infatti la nostra Morgan sa essere dolce e tenera, anche se non lo dà a vedere apertamente, ma questo non vuol dire che non possa essere allo stesso tempo anche forte e temeraria. Di astuzia, in particolar modo, ne ha da vendere, con il suo intuito accentuato, che le fa valutare prontamente le situazioni. Morgan quindi presenta delle sfumature tipicamente femminili, abilmente nascoste dietro questo ruolo.

.

Il capitano Morgan è una ragazza risoluta e molto intelligente: ha capito sulla sua pelle cosa significa andare avanti per la propria strada, guadagnandosi con le unghie e con i denti il suo ruolo di comandante della Queen Morgan; con determinazione è stata sempre se stessa senza scendere a compromessi e soprattutto senza essere una delle tante fotocopie in circolazione e, sinceramente, difficilmente si incontra in giro una ragazza simile. Puó andare fiera della sua indipendenza di giudizio e di azione prendendo coscienza della propria individualità, mantenendo sempre l’atteggiamento che ha deciso di assumere. La sua ciurma la apprezza e le vuole bene proprio per quello che è … semplicemente Morgan, così autoritaria, scorbutica, intelligente, perspicace, a tratti goffa (spesso si ritrova per terra improvvisamente,scatenando l’ilarità generale), ma soprattutto una vera amica, che sacrificherebbe se stessa per i suoi fidati uomini. Insomma, vivere queste splendide avventure insieme al capitano Morgan è un’esperienza incredibile e invito tutti a continuare a seguire le varie tappe del Blogtour, per scoprire di più su Morgan e l’orologio senza tempo.

Per amore di me di Alice d’Alessandro

L’autrice mette tutta se stessa in questa raccolta ed usa la scrittura come mezzo di salvezza e purificazione. Un viaggio introspettivo suddiviso in tre parti in cui traspare in modo evidente che l’amore è l’unica risposta al senso della vita. La vita, che è un mistero infinito, ricco di tante sfumature nascoste e inspiegabili, ha come costante la presenza dell’amore, sotto ogni forma … così travolgente e totalizzante. Una scrittura pulita, lineare ed essenziale, quasi priva di punteggiatura, caratterizza le pagine di questo libro dove sono presenti i pezzi del puzzle della vita dell’autrice, in cui è facile immedesimarsi. Un percorso catartico di autoanalisi pieno di pathos offre un buon punto di partenza per riflettere, capire e affrontare il proprio cammino cercando di non cadere nel baratro dello smarrimento e dello sconforto durante i periodi più bui.

Un flusso di versi che passano dall’immaginazione e momenti di vita reali dell’autrice per poi approdare dritti al cuore del lettore; la poesia si fa pioggia lenta e costante per ritrarre il mondo interiore così carico di emozioni, rimpianti, ricordi, pensieri personali.

I segreti della casa di via De Lorenzi di Francesca Letizia Piccione

Vincitore del II premio al XIII concorso nazionale di poesia e narrativa “Vittorio Alfieri”.

Un noir che intende denunciare la discriminazione e la violenza sulle donne e la mercificazione
del corpo femminile. 
La storia è ambientata in un paese della Sicilia negli anni della seconda guerra mondiale. 

La tristezza che si respira nella casa di via De Lorenzi opprimeva l’animo di chiunque vi andasse ad abitare. Quella casa era stata dimora di dolore, tutti coloro che vi andavano ad abitare venivano perseguitati dalla sventura.  Tante storie circolavano in paese sulla casa: storie di streghe e spiriti maligni; cosa si nasconde realmente tra i muri di quella casa maledetta? 

Francesca Letizia Piccione vive a Marsala ed ha compiuto studi classici. Attenta lettrice, nutre una profonda passione per la filosofia, in particolare quella del ‘900 e i grandi classici della letteratura italiana e straniera.La sua esigenza di scrivere nasce dal bisogno di non lasciare che il tempo cancelli i ricordi e di dar voce a pensieri ed emozioni. Attraverso questo libro la scrittrice lilibetana intende denunciare una società patriarcale ancora oggi profondamente maschilista, in particolar modo quella siciliana, che vede troppo spesso la donna relegata a un ruolo marginale e lo fa dando voce ai personaggi femminili e narrando le loro vicende. Ha prodotto svariati racconti, tutti rimasti gelosamente custoditi in fondo ad un cassetto e che solo adesso cominciano ad affacciarsi nel panorama letterario italiano.Ha vinto il secondo premio al XIII concorso nazionale di poesia e narrazione “Vittorio Alfieri” con questo romanzo che in seguito è stato presentato dall’associazione “La poesia salva la vita” al Salone del Libro di Torino 2015, riscuotendo un notevole successo. 

RECENSIONE ➡️Se chiudo gli occhi e penso “da quali cose ho imparato più cose”, rispondo: dai racconti di mia nonna. Quelli che cominciavano con “ai miei tempi…

Le storie raccontate dai nonni mi hanno sempre affascinato e leggere questo romanzo mi ha davvero emozionato, catapultandomi nei bei tempi della mia infanzia. Attraverso i loro occhi ho visto il freddo, la fame, il duro lavoro e la guerra. Spesso i loro racconti mi hanno messo addosso anche una certa inquietudine, perché erano misteriosi e apparentemente inspiegabili. Il problema era che loro ci credevano fortemente e quindi, quando restavo a casa da sola o di notte, avevo la sensazione di non essere da sola. Nel romanzo l’autrice narra di fatti terrificanti che si verificavano nella dimora in Via De Lorenzi. Storie di spiriti maligni che si aggiravano furtivi nei pressi di questa grande casa per spaventare e perseguitare chiunque vi si recasse nei paraggi o vi andasse ad abitare.

I fatti vengono narrati dalla nonna Ada a sua nipote Sofia, curiosa e attenta ascoltatrice. Ada ha vissuto in prima persona questi infausti eventi e il riportarli alla luce, fa riaffiorare in lei un profondo dolore. Era una giovane ragazza quando viveva in quella villa maledetta, con la sua famiglia ed ha vissuto nel terrore per lunghi anni. Una donna tormentava continuamente le sue notti nel sonno o con apparizioni inquietanti. Di giorno invece, doveva affrontare la fame, la miseria a causa della guerra. Si susseguono una serie di accadimenti macabri e la sua famiglia, da benestante (perché il padre era un falegname conosciuto e apprezzato in paese) si ritrova in forti ristrettezze economiche. Le sventure iniziano quando Nanni, suo fratello, si invaghisce di una donna dissoluta, una meretrice indotta dal padre a prostituirsi per guadagnare un po’di soldi. Da lei avrà poi una bambina, Bettina, rifiutata da tutti, se non dall’amorevole Ada. Altre lugubri situazioni si presentano, sconvolgendo l’intera famiglia: morti improvvise, incidenti, sogni raccapriccianti premonitori … ma non vorrei rovinare la sorpresa a chi si dovesse apprestare a questa lettura sconvolgente e avvincente.

L’autrice innanzitutto, vuole mettere in evidenza il maltrattamento femminile che, negli anni addietro, era ancora più accentuato. Le donne, relegate al solo ruolo di schiave del sesso e di accudire i figli, dovevano ubbidire, senza possibilità di scampo, ai loro mariti carnefici. Padri che davano le loro figlie in spose a chiunque avesse una buona dote, senza amore, come fossero bestie o peggio, che costringevano le proprie figlie o mogli alla prostituzione per avere da mangiare. Accadevano fatti dissoluti, lontani anni luce dalla morale, dalla logica, da Dio. Ma purtroppo, c’è da dire che ancora oggi, nascoste in molte mura domestiche, si verificano eventi del genere. Quindi questa storia vuole essere anche una denuncia forte e chiara contro ogni forma di maltrattamento femminile e ci invoglia a uscire allo scoperto senza cadere vittime dell’omertà, della paura.

Ogni abuso e mancanza di rispetto che colpisce la dignità e l’identità di persona, sia fisicamente che psicologicamente, deve essere oggetto di denuncia.

La complessità e la ricchezza dell’intreccio, delle vicende e dei personaggi rendono questo romanzo scorrevole e piacevole, da leggere tutto d’un fiato.

Ringrazio davvero di cuore l’autrice per avermi fatto leggere questa splendida storia scritta magistralmente e con il cuore.

MORGAN E L’OROLOGIO SENZA TEMPO di SILVIA ROCCUZZO

Buongiorno cari lettori,e benvenuti in questo magico evento, il blogtour del romanzo”Morgan e l’orologio senza tempo” , edito dalla Casa Editrice Albatros, che ci accompagnerà dal 1 di questo mese, fino al 27, facendoci conoscere un mondo nuovo e accattivante, dove vivere mille avventure con la piratessa Morgan e la sua nave, la Queen Morgan, appunto.Il libro, che si colloca nella narrativa fantasy, assume anche toni steampunk e pirateschi in un connubio effervescente e nuovo, perciò se siete appassionati di questi generi, non fatevi sfuggire le tappe di questo evento, che vi sorprenderanno e vi riveleranno tante curiosità e retroscena su questo romanzo.Di seguito, il calendario con le varie tappe:

1 settembre – Annuncio su tutti i Blog/Feed IG del Blogtour                        

  2 settembre – Da Un Universo All’Altro – Morgan legata al concetto di stereotipo e di ideale – come abbatte questi concetti (Instagram: daununiversoallaltro)            3 settembre – Vivo Attraverso i Libri – Tematiche (Instagram: living_throughbooks)             

4 settembre – Rubrica Autori Emergenti – La Magia nel romanzo (Instagram: Misterybookslover.d)            

  5 settembre – I Libri della mia vita – Morgan nel fantasy (Instagram: booklover.read)    

6 settembre – Magia di Libri – Il romanticismo nella storia (Instagram: magiadilibri)     

7 settembre – Fabulae Manent – Come stimolare la fantasia (Canale Youtube: Fabulae Manent)                     

8 settembre – Andreina Grieco – Intervista (Instagram: Andreina Grieco)                                       

  9 settembre – Morgan’s Stories World – Playlist (Instagram: Morgan’s Stories)                                    

  10 settembre – Bookaholic Only – Relazioni tra i personaggi                               

11 settembre – Una Marea di Libri – Approfondimento sulla pirateria (Instagram: Chiara legge e poi recensisce!)                             

  12 settembre – Eleonora Mazzitelli sulla pagina Facebook Eleonora e per Frammenti di Luce – Morgan approfondimento personaggio (Instagram: eleonoramazzitelli)                13 settembre – Magic Candleworks – Candele a tema                                        

     14 settembre – Libri di Carolina Personaggio preferito (Instagram: carolinalatorre1982)         

     15 settembre – Le Due Torri di Libri – Razze nel romanzo (Instagram: leduetorridilibri)                 

   16 settembre – Alebooks Worldsandwords – I Personaggi                              

   17 settembre – Rossana Cavaliere per Libri la Mia Vita – Stile della narrazione (Instagram: librilamiavita2.0)                   18 settembre – Il piacere dei libri – Ambientazione (Instagram: ilpiaceredeilibri)                  

    19 settembre – I Libri della Stefy – Il Tempo                         

20 settembre – Luana Venti – Gli antagonisti                         

  21 settembre – Il Mondo Libro – I Duelli                        

22 settembre – Magia di LibriUna Marea Di Libri – Recensione                             

  23 settembre – Eleonora Mazzitelli (Instagram: Eleonora Mazzitelli)/ Libri di Carolina (Instagram: carolinalatorre1982) / Flaviasdiary (Instagram: flaviasdiary)-        Recensione24 settembre – Le Due Torri Di Libri (Instagram: leduetorridilibri)/Il piacere dei libri (Instagram: ilpiaceredeilibri)/ Samanta Alfonsi per Letture Sale & Pepe (Instagram: letturesalepepe)-

Recensione25 settembre Rossana Cavaliere per Libri la mia vita (Instagram: librilamiavita2.0)/ Il mondo libro / Vivo Attraverso i Libri (Instagram: living_throughbooks)-

Recensione26 settembre Luana VentiAlebooks Worldsandwords – Recensione / Da Un Universo All’Altro – Timelessclock Box

27 settembre – Morgan’s Stories World – Riepilogo e perché leggere questo libro (Instagram: Morgan’s Stories) Mi raccomando, non perdetevi questo meraviglioso evento!!!

booktrailer

Un atto sublime by Lara Dei

Sinossi:Lucia Martini è un’affascinante donna milanese di trentadue anni, intelligente e di talento, relegata al ruolo di moglie trofeo di un uomo totalmente assente.  Quando scopre, grazie a un investigatore privato, i numerosi tradimenti del marito con escort di lusso, decide di mettere la parola fine al loro matrimonio.L’incontro con Lorenzo, un uomo bellissimo ma dalle abitudini discutibili, segna per lei la scoperta di una nuova vita.Invaghita dalla sua bellezza e dal suo carisma, decide di essere sua per una notte e tra i due scoppia una passione travolgente.Al suo risveglio però l’uomo le propone di mettersi in affari con lui e di aprire un’attività molto insolita.Inizialmente Lucia rifiuta l’offerta, ma finirà per mettere a disposizione del suo amante la sua grande villa per trasformarla in un oasi di piacere per un club esclusivo di persone con inclinazioni erotiche molto particolari. Tra imprevisti, inganni e colpi di scena, Lucia si lascerà travolgere dalla passione e scoprirà una nuova sessualità.   

Recensione 🧡 Sono piacevolmente sorpresa da questo romanzo che, seppur non rientri nei miei generi letterari preferiti, mi ha tenuta incollata alle pagine , tanto da finirlo in pochissimo tempo. La storia si snoda tra varie vicissitudini di passione occasionale tra i due protagonisti, Renzo e Lucia, che si incontrano per caso e non riescono più a stare lontani l’uno dall’altro. In realtà, Lorenzo era attratto da lei segretamente, da tempo, ma Lucia era sposata e quindi ha cercato di frenarsi o quasi.. Non vorrei dire troppo per non rovinare la sorpresa a voi lettori 😉. Lucia è una donna moderna, ricca, bella e riesce a superare il forte dolore della perdita del suo bambino, dedicandosi finalmente a se stessa e buttandosi nelle braccia di un uomo, dalle abitudini particolari ma, davvero molto protettivo e passionale. Lei cerca un punto fermo, delle spalle forti sulle quali aggrapparsi nei momenti difficili e scoprire emozioni mai provate prima ; tutto questo è Lorenzo, che non desidera soltanto la sua Lucia, ma la ama profondamente. Lorenzo le apre un mondo nuovo che spaventa, ma incuriosisce. Chi stabilisce cosa sia giusto o sbagliato? Sicuramente le convenzioni sociali. Noi siamo gli artefici unici della nostra vita e qualsiasi uomo o donna può liberarsi dai cliché che il mondo impone tenendo sempre a mente che la libertà di un individuo finisce dove inizia quella di un’ altro. Lucia si farà travolgere dalla passione? Crederà nell’amore che Lorenzo cerca di dimostrarle? L’autrice è davvero abile nello scrivere e con un ritmo incalzante e ricco di colpi di scena, ti fa immergere completamente nel suo fantastico romanzo. Quindi.. vi consiglio il libro assolutamente se volete immergervi in storie di forte passione e amore, che sono una sola cosa e inscindibile ❤️ .

The Selection by Kiera Cass


Uno spettacolo sfavillante come un diamante. Una competizione feroce come la vita. Un gioco pericoloso come l’amore. Molti anni dopo la Quarta guerra mondiale, in un Paese lontano, devastato dalla miseria e dalla fame, l’erede al trono sceglie la propria moglie con un reality show. Spettacolare. Così, per trentacinque ragazze la Selezione diventa l’occasione di tutta una vita. L’opportunità di sfuggire a un destino di fatica e povertà. Di conquistare il cuore del bellissimo principe Maxon, e di sognare un futuro migliore. Un futuro di feste, gioielli e abiti scintillanti. Ma per America Singer è un incubo. A sedici anni, l’ultima cosa che vorrebbe è lasciare la casa in cui è cresciuta per essere rinchiusa tra le mura di un palazzo che non conosce ed entrare a far parte di una gara crudele. In nome di una corona – e di un uomo – che non desidera. Niente e nessuno, infatti, potrà strapparle dal cuore il ragazzo che ama in gran segreto: il coraggioso e irrequieto Aspen, l’amico di sempre, che vorrebbe sposare più di ogni altra cosa al mondo. Poi, però, America incontra il principe Maxon, e la situazione si complica. Perché Maxon è tutto ciò che Aspen non sarà mai: affascinante, gentile, premuroso e immensamente ricco. E può regalarle un’esistenza che lei non ha mai nemmeno osato immaginare? “The Selection” è un romanzo straordinariamente romantico e avvincente che trascina le lettrici nel vortice di una storia d’amore impossibile.

Recensione

Dopo aver letto l’intera saga posso confermare che si tratta di una lettura leggera e piacevole. La componente romantica è subordinata al vero fulcro della storia: la divisione in caste sociali numerate. Ci troviamo in un futuro lontano ma che catapulta il lettore in un passato antico, dove c’è un sovrano che applica le leggi con determinazione e severità. Per il popolo non resta che ubbidire in silenzio e accettare la propria condizione, senza alcuna possibilità di fare progressi. Per America, una numero cinque, si presenta allora questa imperdibile e allettante occasione di fare un salto sociale in avanti, partecipando alla Selezione, che avviene ogni quarto di secolo circa, e sposare il principe Maxon, futuro re di Illea. La famiglia la spinge, suo malgrado, a prenderne parte e America, pur avendo il cuore già impegnato segretamente con un ragazzo di una casta inferiore, decide di partecipare, in modo da far avere un po’ di denaro ai suoi familiari, concesso dal sovrano ad ogni famiglia delle trentacinque ragazze partecipanti. Aspen, il numero sei che frequenta America, decide di mentirle e di lasciarla, per non essere di intralcio alla sua amata. ❤️Questa selezione è un vero reality show seguito con attenzione dall’intera popolazione. C’è molta superficialità nella storia in sé, perché le ragazze partecipanti mirano alla corona, non al cuore del principe, ma la prontagonista riesce a rendere più consapevole il principe, della realtà che lo circonda, al di là della gabbia dorata del palazzo. Maxon, succube di un padre rigido e per nulla amorevole, capisce che il popolo ha bisogno di un sovrano più attento a vicino al suo popolo e affronti la vera problematica presente: la mancanza di lavoro e di cibo e l’impossibilità di vedere delle speranze di miglioramento, perché è vietato per legge salire di casta, se non sposando un uomo di una casta superiore e non viceversa, altrimenti si retrocede. Maxon si innamora subito di America, ma la Selezione procede comunque, perché lei gli ha confessato che il suo cuore era impegnato e che era lì solo per cercare di aiutare la sua famiglia economicamente, dichiarandosi poi “consulente” amica del principe. Questa ragazza si troverà ad affrontare prove difficili, come i ribelli e i loro continui attacchi al palazzo e l’avversione nei suoi confronti da parte del re, che non la reputa all’altezza di suo figlio. Riuscirà a liberare il suo cuore e ad innamorarsi di Maxon? 🌟🌟🌟🌟🌟

Consiglio la lettura, senza la pretesa di leggere un romanzo complesso, ma solo un libro che fa sognare le ragazze e tiene compagnia con i suoi protagonisti Reali. 💕

La verità su Angela di Alessia Servidei

Trattasi di un triller psicologico che trascina emotivamente all’interno del racconto catturando i pensieri del lettore fin dalle primissime pagine Oggi voglio parlarvi della protagonista in maniera più approfondita. Angela vive una vita apparentemente felice e tranquilla; ha un marito che ama, due splendide figlie e un lavoro appagante ma, ultimamente, le sue notti non sono più tranquille a causa di un incubo ricorrente che le lascia un’inquietudine addosso per il resto delle sue giornate. Si rende conto che la sua infanzia è ricca di lacune che non riesce a colmare e cerca in tutti i modi di sfuggire dalla sensazione di essere seguita. Angela deve affrontare i fantasmi del passato, che celano terribili eventi. Da bambina ha subito un trauma talmente forte che la mente ha creato uno scudo per proteggerla, ma i sogni stanno facendo riaffiorare i suoi più profondi e oscuri ricordi.

I continui fotogrammi, flashback e incubi sono un campanello d’allarme e Angela lo sa bene, essendo una psicologa. Quel malessere incomprensibile che si trascina dietro non ha giustificazioni apparenti pertanto, sa di avere bisogno d’aiuto. Infatti, il corpo e il cervello l’hanno protetta per anni dall’enorme dolore subìto in passato.

La donna che l’ha cresciuta ha cercato in tutti i modi di darle una vita normale, aiutandola a realizzare i propri sogni, non fancendo mai accenno a quello che lei aveva rimosso dalla mente. E, infatti, Angela riesce per un lungo periodo a vivere la sua vita in maniera tranquilla. Sembra così soddisfatta che nemmeno lei stessa, inizialmente, riesce a capire le motivazioni del suo profondo malessere.

Lei non lo sa ancora, ma qualcuno ,dalle profondità degli anni andati, sta tornando a farle visita ed è profondamente arrabbiato con lei.

Angela è una donna caratterialmente forte, perché riesce a realizzarsi nella vita e ad esaudire quel desiderio profondo di aiutare il prossimo sentendosi in empatia con i suoi pazienti. Sicuramente, nel suo cuore, sa che solo lei può capire realmente i drammi, che possono scaturire da eventi traumatici, e le conseguenze.

Non riesco ad immaginare una donna più determinata di lei. Analizzando se stessa apprende che c’è un pericolo in agguato e capisce che la sua vita non è come ricordava e, scavando affondo, trova tracce della sua dolorosa infanzia fino a scoprire la verità. Sente, però, che ha una forte spalla su cui appoggiarsi e con cui ripartire, Max, il suo grande amore. Questa volta è pronta ad esorcizzare tutto il male che ha subíto, rinascendo nuovamente, con più determinazione e con tutto l’amore della sua famiglia.

Io che ho amato il Magnifico di Annalisa Iadevaia

IO CHE HO AMATO IL MAGNIFICO​
pag 333ebook 2,99cartaceo 17,00uscita il 28 giugno​
TRAMA​Lucrezia Donati, durante un ricevimento a Palazzo Medici,
incontra il giovanissimo Lorenzo. Tra i due nasce un amore complice,
passionale e travolgente. Lucrezia e Lorenzo condividono l’amore per
le arti e la conoscenza, sognano un futuro condiviso che possa accrescere
ancor più i fasti di Firenze. Alla morte di Piero il Gottoso Lorenzo deve
assumere il comando della banca, della famiglia e della città. Al suo fianco la madre,
scaltra ed ambiziosa, impone una Orsini, questa unione accrescerà ancor più
la rispettabilità dei Medici. Lorenzo responsabile del ruolo caduto sulle sue
spalle non oppone resistenza, ma riuscirà a dimenticare la donna che da sempre ama?
E Lucrezia potrà mai dimenticare di aver amato il Magnifico?

❤️ Ritrovo con piacere il libro di questa giovane e bravissima autrice, Annalisa Iadevaia, in una nuova edizione” Io me lo leggo”, con una cover davvero affascinante, che ritrae la bellissima ed enigmatica Lucrezia Donati. In queste pagine è facile immedesimarsi in lei, che è una donna così moderna in un periodo storico, il 1400, prevalentemente maschilista e patriarcale, in cui il ruolo della donna era subordinato agli uomini e relegato al solo compito di procreare ed educare i figli. La figura di Lucrezia viene messa in risalto grazie all’abilità della scrittrice che, in un connubio tra fantasia e realtà, immagina il suo incontro con Lorenzo de Medici, sin da piccoli e, col passare degli anni, di lui si innamorerà perdutamente grazie al suo fascino, alla sua cultura smisurata, alla sua ricerca della perfezione e al suo amore per Firenze. Ha con lui tantissimi aspetti in comune💕. Lorenzo de Medici è un mecenate e intende proseguire il percorso intrapreso da suo nonno Cosimo, in cui si rispecchia moltissimo, caricandosi sulle spalle questo compito da adolescente,alla morte di suo padre Piero, perdendo la spensieratezza che dovrebbe vivere un giovane adulto. Traspare tra le righe un profondo attaccamento all’arte che commuove per la sua immensa bellezza, tanto sublime da avvicinare l’uomo a Dio. Lucrezia non può ammirare e amare nessun altro uomo come Lorenzo, unico amore indiscusso, ma deve sposarne un’altro perché la società impone questo. Nel 1400 i matrimoni venivano combinati dalle proprie famiglie per ragioni economiche e politiche e bisognava sopportare in silenzio qualsiasi maltrattamento domestico, ubbidendo ai voleri del coniuge. È evidente, nel romanzo, un’ evoluzione del personaggio di Lucrezia, che in principio cerca di opporsi a questa realtà con tutte le sue forze, ma in seguito comprende e accetta la situazione e le ragioni che hanno spinto Lorenzo a sposare Clarice. Quello che non accetta più, però, è il suo matrimonio,basato sulla menzogna, fuggendo via da colui che non avrebbe mai potuto avere al suo fianco. Lorenzo, in cuor suo, adora la sua bellissima Lucrezia, la sola donna capace di capirlo affondo, ma la famiglia e il suo impegno verso la città lo spingono a sposare Clarice Orsini, imparando poi a rispettarla e a volerle bene.

. Il libro è suddiviso in quattro parti: quello che pensa Lucrezia crescendo; i cambiamenti di Lorenzo; la storia dei due innamorati; Lorenzo che cambia il suo modo di vedere la situazione.

Consiglio la lettura di questo romanzo, così scorrevole e coinvolgente, a chi come me adora il Rinascimento italiano e l’ immensa bellezza della città di Firenze. Il libro ci trasporta in una realtà tanto vivida da farci immedesimare nelle parti e da indurci a provare la stessa sofferenza dei due amanti, comprendendo appieno i sacrifici fatti dal Magnifico per innalzare la sua Firenze allo splendore che noi oggi ammiriamo.

Ringrazio di cuore la casa editrice per avermi inviato una copia digitale del romanzo.

Starcrossed saga

Helen Hamilton vive a Nantucket con il padre Jerry una vita apparentemente normale, studia nell’unico liceo dell’isola, ha i suoi amici (Claire e Matt) e i suoi rivali in ambito accademico (Zach e Gretchen); aiuta nel negozio del padre e cerca il più possibile di non dare nell’occhio, perché odia la popolarità.

Tutto è tranquillo fino a quando i Delos arrivano sull’isola. Tutti gli abitanti di Nantucket ne sembrano affascinati e sono curiosi di sapere dettagli riguardo alle vite dei nuovi compaesani, tranne Helen, la quale prova nei loro confronti un senso di odio represso di cui non riesce a capire l’origine. Di sicuro non aiutano i sogni di Helen, in cui tre povere ragazze invecchiate precocemente ripetono frasi del tipo «sangue chiama sangue».

La ragazza è sconvolta da questi sogni che sembra vivere in prima persona (appena si sveglia la mattina sente che il cammino affrontato in sogno è reale), e il suo shock aumenta quando, vedendo per la prima volta uno dei Delos, Lucas, sente l’impulso di ucciderlo, ma ciò non avviene poiché Lucas, essendo abituato a combattere fin da piccolo, riesce a fermarla. Per qualche tempo lei e i Delos provano ad essere civili con scarsi risultati, finché una sera i due si salvano la vita a vicenda.

Helen viene così a scoprire che le tre donne che sogna sono le Furie o Erinni e che erano loro a spingerla a uccidere i Delos, ma anche di essere una semidea (o discendente), come d’altra parte sono tutti i Delos, che discendono dal Dio Apollo.

Viene spiegato alla ragazza (che, avendo salvato la vita a Lucas, ha saldato il suo “debito di sangue nei confronti dei Discendenti di Apollo”, e di conseguenza non sente più di dover uccidere Lucas o altri Discendenti della sua famiglia) che esistono 4 famiglie, o Case, fondate da 4 dèi greci: ZeusAfroditeApollo e Poseidone, denominate rispettivamente Casa di Atreo, Casa di Roma, Casa di Tebe e casa di Atene. Ciò che i Delos si domandano è a quale casa Helen appartenga.

Nel frattempo subisce due aggressioni da due donne diverse ma viene prontamente aiutata da Lucas. Memori del fatto che le donne che hanno attaccato Helen sono ancora a piede libero e sono sicuramente Discendenti anch’esse, Hector, cugino di Lucas, si offre di allenarla nella lotta affinché la sfrutti per salvarsi in situazioni rischiose. Nel frattempo lei e Lucas si innamorano, ricalcando la storia d’amore vissuta già da Elena di Troia e Paride. Tuttavia i due non possono stare assieme perché, per la mentalità greca, se una ragazza vergine condivide il cibo, il focolare e il letto con un ragazzo i due sono da considerare sposati e quindi le loro case si riunirebbero e scoppierebbe una terribile guerra.

In seguito compariranno altri personaggi, come per esempio Creon, uno dei cugini malvagi dei Delos, che passa per antagonista della storia, e Daphne, che si scoprirà essere la madre di Helen e la moglie segreta di Ajax, uno dei Delos, morto anni prima per mano (secondo la versione dei Delos) proprio da Daphne. Si scoprirà che Helen, in quanto figlia di Ajax e non di Jerry, è cugina di Lucas. I due saranno quindi costretti a troncare del tutto la loro storia cercando di evitarsi. Ma alla fine del libro una sorella di Ajax, Pandora, capirà che Daphne aveva mentito riguardo alla parentela tra Lucas ed Helen, ma muore per mano di Creon prima di poter rivelare la sua scoperta a qualcuno. Hector, spinto dalle furie, ucciderà Creon, diventando un Reietto e Daphne si offrirà di proteggerlo, poiché il ragazzo le ricorda il suo defunto marito Ajax.

❤️ RECENSIONE 💕 Con una narrazione serrata , Josephine Angelini ci ha saputo regalare una trama avvincente e ricca di risvolti imprevisti e talvolta destabilizzanti, che avvincono con le loro spire il lettore sin dalle primissime pagine e lo inducono a leggere con passione e partecipazione emotiva. Il ritmo è incalzante, il linguaggio pulito e semplice ma non per questo banale. Lo stile,fluido e scorrevole, riserva momenti sorprendenti, cambiando a tratti registro per rivelare a bruciapelo oscuri intrighi e antichi segreti.

Starcrossed è una saga dai molteplici fili conduttori, che l’autrice riesce a tessere con maestria fra le pagine. Protagonista sicuramente è l’amore, puro e trascinante, reso ancora più intenso e desiderato dal gusto del proibito, dagli insormontabili ostacoli che Helen e Lucas trovano perennemente dinnanzi a loro; un sentimento immenso per il quale si è disposti a lottare, soffrire, che consuma e al contempo rende più forti di tutto. Il legame tra i due innamorati predestinati non è però l’unico fulcro dell’impianto narrativo. Numerose temi contribuiscono ad arricchire di significati questo libro; l’eroina cerca con ogni mezzo possibile di superare i propri limiti, di opporsi con coraggio ad un destino predestinato per poter realizzare i propri desideri. Emerge tra le righe, l’importanza fondamentale dell’amicizia vera e dei legami familiari più forti e sinceri.
Gelosia, passione, vecchie bugie e sotterfugi si intersecano con desideri proibiti, ambizioni pericolose e nuove verità in questi romanzi che non mancheeanno di far innamorare dolcemente milioni di lettori in tutto il mondo.